testo home

Le splendide ambientazioni offerte dalla rete dei Sacri Monti - di cui Oropa fa parte - contribuiscono a sottolineare da un'edizione all'altra il livello delle proposte turistiche piemontesi negli ambiti devozionale, culturale, storico-artistico. In queste location di eccellenza Enti turistici, Province e Regioni italiane, Operatori dell'offerta italiana e Buyers giunti da paesi anche molto lontani come il Giappone, la Russia, il Brasile, la Cina e Taiwan, gli Stati Uniti e dal 2009 l'Australia si ritrovano per gettare le basi di un fecondo scambio che si intende sviluppare negli anni a venire.

Il Santuario e Sacro Monte di Oropa, sede della manifestazione, rappresenta una significativa eccellenza non solo in quanto meta di visite e pellegrinaggi a livello nazionale ed internazionale, sito riconosciuto all'interno del sistema dei Sacri Monti UNESCO e dei Parchi della Regione Piemonte, ma anche dal punto di vista della grandiosità delle strutture, che consente l'ambientazione ottimale di un percorso formativo-operativo residenziale per tecnici del settore, rappresentanti dei siti e delle realtà devozionali ospiti della manifestazione ed Autorità istituzionali connesse all'area di attività.

Il Santuario e Sacro Monte di Oropa e il Biellese, che hanno ospitato ed organizzato in collaborazione con la Regione Piemonte le prime tre edizioni della "Borsa dei Percorsi Devozionali e Culturali", supportandone il largo e ormai consolidato successo, si qualificano quindi come un punto di riferimento per gli operatori nazionali e internazionali del Turismo di settore, e concorrono ad attestare il ruolo del Piemonte nella tutela, nella valorizzazione e nella promozione dei sistemi culturali e territoriali costituiti dai Sacri Monti e dagli altri luoghi di fede e di spiritualità. In un'ottica di sempre maggiore fidelizzazione e soddisfazione dei partecipanti, provenienti da tutto il Piemonte, dall'Italia e dal mondo, la periodicità biennale della manifestazione contribuisce a garantire la visibilità necessaria alle attività di valorizzazione turistica e culturale di cui sono sempre più protagonisti i luoghi di devozione piemontesi ed italiani, consentendo al pubblico internazionale di cogliere la qualità e l'unicità dell'offerta proposta.

Il Santuario diventa “social” in attesa dell’Incoronazione

Il 2020 sarà un anno molto importante per il Santuario di Oropa: ricorrerà infatti l’anniversario della prima solenne Incoronazione della Statua della Madonna. Questo evento, in realtà, viene ricordato ogni anno, ma il 2020 segnerà ben 500 anni da quando tale rito fu eseguito per la prima volta, nel 1620. Da tanto tempo il Santuario, e tutta la comunità biellese, si sta già preparando per l’occasione.

Ad esempio, sono in corso i lavori di restauro della Basilica Superiore, che verrà riaperta in tutto il suo splendore rinnovato proprio in occasione dell’Incoronazione. Si sta curando anche molto il lato della comunicazione dell’evento, perché al giorno di oggi non si può trascurare l’aspetto “social”. Fu papa Giovanni Paolo II il primo ad intuire le grandi potenzialità che i mezzi di comunicazione di massa avevano anche per la diffusione dello spirito religioso. Papa Francesco oggi continua il suo operato non trascurando nemmeno i social network, che vengono usati in modo massiccio dai più giovani, ma non solo. Anche l’amministrazione del Santuario ha quindi pensato che fosse necessario cominciare a diffondere la “buona novella” facendo uso del mezzo informatico. Il 30 agosto è il giorno in cui si celebra ogni cento anni la solenne Incoronazione. Lo scorso 30 agosto, così, il Santuario ha voluto ricordare l’importante scadenza con un video, una sorta di “trailer” di quello che accadrà, che è stato pubblicato sul sito e sulle pagine social della struttura. Si tratta di un filmato molto breve e molto semplice, che però lascia trapelare la grande attesa e anche il clima di gioia festosa che accompagna tale attesa. Le riprese vogliono soprattutto sottolineare la grande bellezza naturalistica delle maestose Alpi in cui il Santuario è incastonato. Con poche, suggestive inquadrature vengono mostrate le verdi vallate, gli edifici sacri colmi di una silenziosa maestà, e il volto immoto ma espressivo dell’antica Statua della Madonna Nera. Alcuni pellegrini si muovono tra questi luoghi, poi la camera si muove verso l’alto, sfiorando il “burnell”, la fontana che accoglie i pellegrini con i suoi mestoli colmi di acqua fresca. A chiudere il beve video c’è il nuovo logo ideato per il Santuario per questa occasione. Si tratta di una corona, formata da persone, che ci ricorda che, se Maria è una Regina, noi siamo suoi figli e quindi investiti dalla medesima regalità. Oltre al filmato diffuso via web, nella giornata del 30 agosto si sono svolti alcuni appuntamenti presso il Santuario. A partire dalle 9:30 c’è infatti stata la rievocazione dell’apertura dei cancelli; a questo momento istituzionale hanno preso parte anche le autorità civili, in particolar modo il sindaco di Biella. Subito dopo si è svolta la solenne processione, seguita dalla messa celebrata sul sagrato della Basilica Superiore. Nella giornata precedente al 30 agosto si è anche svolta una visita guidata alle sacre stanze del Santuario, per raccontare le precedenti edizioni dell’Incoronazione e il modo in cui questo rituale è stato vissuto dagli abitanti del territorio e dai pellegrini attraverso i secoli. Ad Oropa lo spirito religioso è sempre accompagnato e ispirato dalle bellezze della natura: così il 30 agosto anche il Giardino Botanico ha voluto partecipare alla rievocazione con una visita guidata al Sacro Monte di Oropa. In questo modo, a piccoli passi, ci si avvicina al 2020 quando si svolgerà la festa vera e propria, ma anche nell’attesa la grande devozione che circonda il Santuario trova sempre tanti modi per esprimersi al meglio.